Cumbres House di Taller Hector Barroso in Messico

Cumbres House di Taller Hector Barroso in Messico

Progetto:Cumbres House
architetti:Taller Hector Barroso
Posizione:Messico
La zona:6,824 piedi quadrati
Fotografie di:Yoshihiro Koitani

Cumbres House di Taller Hector Barroso

Situato a ovest di Città del Messico, ilCumbres Houseè un affascinante progetto contemporaneo diTaller Hector Barroso.
Questa residenza unifamiliare è organizzata attorno a un'area vuota che è anche il punto focale. Si sviluppa attorno ad un grande patio interno e c'è molta luce naturale che riempie tutti e tre i piani. Il pavimento in legno di questa casa rettangolare in cemento e gli alberi piantati simboleggiano il volume libero.

Dagli architetti:"Cumbres House si trova all'interno di una zona residenziale a Santa Fe, a ovest di Città del Messico.
Il progetto si sviluppa attorno a un patio centrale che offre diversi punti di vista, illuminazione naturale e ventilazione trasversale agli spazi interni. Questo vuoto funge da elemento midollare nel processo di progettazione. È il risultato in situ delle viste ristrette, la mancanza di elementi visivi nei dintorni e la posizione sfavorevole della terra.
Le diverse aree del programma architettonico sono costruite attorno a questo patio contemplativo. Lo spazio soggiorno-pranzo è impostato da una continuità visiva e funzionale tra interno ed esterno creando l'effetto del giardino che si fonde con il soggiorno e la sala da pranzo, continuando ad estendersi al patio interno. Quando entrambi i fronti sono completamente aperti, gli effetti di luce naturale, le viste estese e la ventilazione sono enfatizzati.
Dalla facciata d'ingresso, la materialità della casa è accentuata da una composizione tripartita, ricreata in una forma contemporanea. In primo luogo, una base ruvida e umida si materializza in legno di pino, simile ad un basamento leggero che sostiene il peso sopra. Un volume grezzo in cima, realizzato in pietra naturale, rafforza l'aspetto monolitico e minerale della casa.
Alla fine, al terzo livello, il tetto è usato come la quinta facciata corbusiana, dove il movimento delle linee e della leggerezza si oppone al volume inferiore. A questo ultimo livello, l'unica copertura è una lastra galleggiante con travi in ​​acciaio che scherma un soggiorno con vista a 360 gradi sui supporti circostanti. Anche in questo caso, la continuità tra interno ed esterno è realizzata tramite pannelli di cristallo scorrevoli che conferiscono un effetto di leggerezza alla struttura. “

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: